Chei d'santa plonia Associazione chei d'santa plonia

10 anni di Associazione

10 anni di storia dell’Associazione Chei d Santä Ploniä

Dal 2017 c’è stato un cambiamento interno all’associazione, con il quale i membri fondatori hanno passato il testimone alle “nuove leve” del paese. In questa sezione, tramite testi e foto, vogliamo ricordare il gruppo “originario”, mostrandovi le attività che lo hanno caratterizzato in questi primi 10 anni.

Il carnevale

L’evento principale, ovvero la mascherata di “Santä Ploniä” è corredato da altre manifestazioni inerenti al tema di carnevale. Negli anni, si sono allestite delle mostre presso la Sala della Regola o il Museo “Algudnei”, comprendenti fotografie, “volti” (maschere) in legno intagliate a mano e accessori caratteristici del nostro carnevale. Oltre alla mostra si sono svolte ogni anno anche delle serate con proiezioni di video, documentari e diapositive.

Sicuramente c’è da dire che il nostro carnevale non resta fermo solo a Dosoledo! Negli anni sono state organizzate delle trasferte, sia in Italia che all’estero, che hanno fatto conoscere le nostre tradizioni a moltissime persone. Ricordiamo le trasferte tedesche di Stoccarda del 2009 e quella di Helbolzheim del 2012, entrambe in occasione del “Carnevale europeo”; la trasferta croata a Rijeka del 2011 e la trasferta in occasione del “Gran Carnevale Alpino” svoltasi a San Michele all’Adige nel 2013. La trasferta più recente è del 2017 e l’evento ad essa correlato è niente meno che il celeberrimo Carnevale di Venezia, per il quale i gruppi del Carnevale del Comelico sono stati invitati dall’associazione “I Mascareri di Venezia”. Grazie a questa occasione il nostro carnevale ha avuto l’opportunità di sfilare lungo le calli più famose del mondo e di esibirsi in Piazza San Marco, di fronte a migliaia di persone.

Ricordiamo inoltre l’organizzazione delle escursioni notturne lungo i “Trois”, sentieri che il Gruppo Ricerche Culturali di Comelico Superiore ha deciso di sistemare e rinnovare, posizionandone lungo il tragitto ben novanta sculture lignee realizzate dagli abili artisti della Val Comelico. Grazie a queste escursioni, svoltesi nel periodo invernale, abitanti e non, hanno potuto apprezzare il suggestivo paesaggio al chiaro di luna e la “mostra all’aperto” lungo il tragitto, al termine del quale si è potuto godere di un rinfresco attorno al fuoco.

Negli anni diverse manifestazioni hanno coinvolto tutto il paese lungo il corso dell’anno. Nei periodi primaverili l’associazione ha organizzato la “Festa della Terra”, un evento per far conoscere e valorizzare le attività primarie strettamente legate al territorio, ovvero l’agricoltura e l’allevamento. L’evento estivo che ha portato invece il nome del patrono del paese di Dosoledo è stato la “Festa di San Rocco”, una manifestazione per grandi e piccini divisa in due giornate presso il campo sportivo del paese. In autunno si è svolta invece la “Festa di Dulori” (la festa dei dolori), chiamata così perché riferita alla celebrazione della Madonna Addolorata (15 settembre).

Il gruppo si è inoltre prodigato per estendere la propria attività anche al periodo natalizio, organizzando diverse edizioni del “Presepe vivente” e allestendo nella piazza anche un presepe “artigianale” composto da statue di legno realizzate a mano.

Visitate il nostro archivio fotografico!

Archivio delle foto » Torna indietro